Menu Chiudi

Tag: isco

Fantasista Juve: nessuna fretta, e idee chiare

La fretta è la madre di tutte le cazzate.

Advertisment

Una frase di un film, quanto mai azzeccata per il periodo bianconero attuale. Il calciomercato è un bollore continuo, giocato anche a livello mediatico perché oggi il marketing delle squadre di calcio si fa anche così.

La fretta non deve avere impatto sulle strategie bianconere. Il fantasista serve, ma la scelta va ponderata.

Advertisment

Draxler, a oggi, è il più vicino, a maggior ragione dopo le dichiarazioni del Direttore Sportivo dello Schalke 04 che ha confessato che “ci metteremo al tavolo con la Juve”. Sul piatto c’è una proposta di un paio di milioni subito per il prestito, e riscatto fissato a 25 milioni. La Juve vuole cautelarsi dopo i malanni fisici del ragazzo.

Più distanti, come cifre e opportunità, le piste che portano a Goetze, Isco e Ozil.

Proprio cifre e opportunità sono i fattori da tenere in considerazione, insieme all’aspetto tecnico. Marotta lavora, Paratici riflette, i tifosi aspettano.

Con un piccolo appunto finale: memori della contestazione dello scorso anno, noi tifosi bianconeri dovremmo ricordarci che gli scudetti di agosto li abbiamo quasi sempre perduti, a favore di tutte le altre squadre che però a novembre sono già fuori dai giochi tricolori. Ponderiamo anche noi i commenti.

Advertisment

Calciomercato Juventus: trequartista cercasi

Allegri ha richiesto espressamente un trequartista. Un classico 10 da far agire alle spalle degli attaccanti, in una serie di moduli tattici che la Juve userà nel prossimo anno.

Advertisment

L’assenza di Tevez e Pirlo porta proprio a un cambio tattico che è più sostanziale che formale. Vale a dire: già Vidal ha giocato benissimo dietro le due punte, in un 4-3-1-2 che la Juve ha applicato bene durante il primo anno di Max Allegri. Oltre Vidal, anche Pereyra si è disimpegnato alla grandissima. Ma l’assenza di Tevez e Pirlo spinge per cercare un giocatore di spiccate doti di rifinitore. Appunto, un classico 10.

Advertisment

In una intervista a un giornale, lo stesso Allegri ha fatto due nomi: Isco del Real Madrid (strada complicatissima) e Oscar del Chelsea (meno 10, più centrocampista d’attacco). Ma la rosa dei nomi si allarga.

Pure Mario Gotze si iscrive alla lista dei sogni, ma tutti questi nomi sembrano poco alla portata, a meno di un grande sforzo economico che la Juve però non vuole fare a meno di un’uscita interessante.

Nei giorni scorsi si è comunque aperto uno spiraglio nuovo: la cessione di Ogbonna e di Isla (che però Allegri vuole verificare durante il ritiro estivo) porterà nelle casse bianconere circa 20 milioni di euro. Nuovo ossigeno da reinvestire? Su un classico numero 10?

Advertisment