Menu Chiudi

Tag: kutuzov

Ancora una volta: Kutuzov scagiona Conte

L’ex giocatore del Bari, sentito da Palazzi, scagiona ancora una volta Antonio Conte.

Advertisment

Ribadiamo il concetto di “ancora una volta”. L’ex barese aveva già rilasciato simili dichiarazioni in estate, quando alcuni pseudogiornalisti lo avevano intercettato a proposito del loro lavoretto di eliminare Conte. Solo che la dichiarazione non venne riportata. Ora assume i contorni dell’ufficialità.

Kutuzov scagiona Conte, ma io non mi sento tranquillo. Palazzi ha già avuto modo di dimostrare da che parte sta, cioè perché prende quello stipendio. Se ne  già fregato della logica e della Legge per condannare in modo idiota Antonio Conte. Sfortunatamente per lui e le squadre che lo alimentano non è servito a molto.

Advertisment

La dichiarazione di Kutuzov è stata confermata poi dal suo agente:

Assolutamente, ha confermato come Conte fosse all’oscuro di tutto.

Finisce qui, finalmente, o la netta superiorità bianconera è la sola prova di colpevolezza di Conte?

Advertisment

Conte, Bari, Calcioscommesse, Palazzi, Abete: il nostro punto di vista

Arrivano un po’ di mail e messaggi chiedendoci come mai IoJuventino non tratta i temi sul Calcioscommesse. Correggo: come mai non tratta i temi che stanno uscendo sulla nuova indagine a Bari. Ecco perché, sperando di non doverci più tornare. Nota bene: questa che segue è solo l’opinione personale, e non già concordata, del fondatore di IoJuventino. Il resto della redazione procederà a commentare liberamente questo articolo come meglio crede, nel pieno spirito che governa questo progetto. Buona lettura.

Advertisment

Non tratterò i temi di Bari e Calcioscommesse perché non ho più intenzione di perdere del tempo a spiegare il nulla. Da Kutuzov a Stellini, passando per i calciatori di quel Bari che hanno fin qui già parlato, emerge in modo netto e chiaro come Conte non solo non c’entri più nulla col Calcioscommesse, ma di come addirittura minacciava punizioni, panchine e tribune per chiunque avesse tirato indietro la gamba. Ci basta questo per affermare, ancora una volta, la pulizia e la totale integrità morale di Antonio Conte.

Purtroppo le vittorie, specie se ottenute su certe panchine, da almeno un po’ di anni si pagano amaramente. E Conte ne sta collezionando parecchie di vittorie. Pur nelle difficoltà il lavoro di Conte è limpido e purtroppo non ampiamente e giustamente riconosciuto da tutti. Questo a noi poco ci frega perché la goduria nostra è poter ammirare la creatura di Conte che coincide con la nostra amata Juve. Questa non può essere una colpa.

Advertisment

Il filone di Bari non ci interessa perché abbiamo già visto come si sono mosse le istituzioni del calcio contro la Juve scegliendo proprio Conte come obiettivo massimo. Nascondendo le varie situazioni riferite agli amici del Palazzo del Calcio e confermando la totale inesistenza di prove se non quelle che scagionano Antonio Conte.

Non sporcheremo più, se non in presenza di assoluta necessità, il nostro blog regalando spazio e tempo a gente come Palazzi e quei magistrati che come unico dovere hanno quello di servire… in un senso molto poco vicino a un Paese civile e con dignità.

Noi amiamo conversare di calcio, di calcio giocato e Conte ci offre parecchi argomenti su cui discutere. Perdonateci: amiamo il calcio, amiamo le questioni di campo, odiamo la politica, specialmente quella becera, falsa e sporca propria di questo Paese.

Advertisment

Kutuzov: “Notizie false, il mio verbale è secretato”

Caspita, ci siamo cascati! Abbiamo abboccato ad una giornalata pazzesca del Corriere della Sera che supera addirittura le balle di mercato di TuttoSport!

Advertisment

Vitalii Kutuzov ha smentito l’articolo apparso sul giornale interista nella giornata di ieri.

Dal Corriere del Mezzogiorno, edizione cartacea, l’ex-attaccante di Milan e Parma ha subito messo le cose in chiaro:

“I verbali dei miei interrogatori in Procura sono secretati: mi sorprende vedere il mio nome sulle prime pagine dei quotidiani. Non posso entrare nel merito di ciò che ho dichiarato - prosegue l’attaccante bielorusso, ora svincolato -, ma vorrei solo sottolineare che con mister Conte ho sempre avuto un rapporto professionale schietto e leale. È stato lui a volermi a Bari e sotto la sua gestione abbiamo raggiunto grandi risultati. Ripeto: non so come possano circolare certe notizie, ma non vorrei che fossero messe in giro ad arte per destabilizzare la vigilia di un match importante come Juventus-Napoli”.

Dunque?

Advertisment

Avere un rapporto schietto e leale col mister significa andare a dirgli che si sta lasciando la partita alla Salernitana?

In più, ormai sembra chiaro anche a Kutuzov come funziona in questo Paese, per quanto riguarda la “preparazione del terreno” prima delle partite tra LA Juve e un’anti-Juve: surriscaldare, surriscaldare, surriscaldare.

Certo che abbiamo una stampa e dei media davvero strani, eh… Chissà come ci sono rimasti, nelle redazioni, quando hanno letto che Kutuzov non può entrare nel merito di una propria deposizione secretata in Procura…

Certo è che ora chi ha scritto quell’articolo, andrebbe portato in Tribunale. E dovrebbe quantomeno scusarsi e dire “Ho sbagliato”. Ma credo che il “giornalista” in questione la passerà liscia, come è costume in questo Paese.

Oops, e adesso chi dirà a Palazzi che Kutuzov non è un Carobbio?

Advertisment

Kutuzov il nuovo Carobbio. Sarà il nuovo Eroe Nazionale del Calcioscommesse?

Stamattina, leggendo in un blog di Fratelli Juventini, mi imbatto in una notizia proveniente da Bari: Kutuzov, Vitalii (o Vitaly) Kutuzov, ex-Parma e Milan, accusa Conte di essere al corrente della combine contro la Salernitana della stagione 2008-09.

Advertisment

Il bielorusso avrebbe affermato, in un interrogatorio del 20 agosto (che spunta, guarda un po’, proprio dopo la riduzione di squalifica di Conte, dopo il suo deferimento per la conferenza stampa e il giorno prima della partita contro il Napoli come in occasione della squalifica il giorno prima della Supercoppa), secondo quanto riporta il Corriere (quello RCS, non quello roman-napoletano), che gli stessi giocatori (lui compreso) sarebbero andati da Antonio Conte per informarlo che volevano lasciare la partita alla Salernitana per via di amicizie coi giocatori della squadra avversaria in quanto ex-compagni.

Prima di tutto, conoscendo il temperamento di Antonio, fosse vera una cosa del genere, mi sarei immaginato la sua reazione. Ma forse, se Conte in persona dicesse la reazione che avrebbe avuto se gli avessero detto una cosa del genere, non sarebbe credibile. Eh, si, perché quest’estate abbiamo imparato che il più credibile è Carobbio, che parla di Conte che annuncia la combine davanti a 30 persone o che esclude Mastronunzio per la presunta combine con l’Albinoleffe. Perché lui è “Pippo”, quindi tutto sa in quanto pentito. Conte? Conte no: è Juventino. E chi è Juventino è ladro e bugiardo a prescindere…

Torniamo a ciò che ha detto Kutuzov. Leggendo queste cose, ho pensato subito al classico biscotto di fine anno. Perché non si parla di “aggiustarla” per una vincita in termini di denaro sporco, ma di lasciare la partita agli ex-compagni perché si era amici. E quindi, di che staremmo parlando?

Il giocatore bielorusso è stato smentito già da Lanzafame ed Esposito (eh, ma Lanzafame è Juventino; vuoi mettere?). Insomma, qui si ritorna all’estate scorsa, si ritorna al “pentito immacolato ed intoccabile” Carobbio e al Conte colpevole perché non poteva non sapere in quanto Juventino e accentratore.

Advertisment

La notizia arriva, curiosamente, dopo che si parlava di archiviazione di Conte a Bari. Insomma, Palazzi non aspettava altro che un nuovo “Eroe Nazionale à la Carobbiò” per far scattare un nuovo deferimento ai danni di Conte. Già mi immagino il soprannome che daranno a questo ragazzo di 32 anni, una volta entrato nell’ufficio di Palazzi: “Oh, Vitale, torna un attimo a firmare”; “Vita, ti sei dimenticato la firma”“A Vità, vien a ccà ppè a firma: la capa che tene, ‘o guaglione ah ah ah..”.

Vedremo quanto ci metterà, Palazzi, visto che Abete, nei giorni scorsi, aveva affermato la volontà di voler portare a 15 giorni il tempo massimo che ha un Procuratore Federale per deferire un tesserato.

Adesso, dovremo nuovamente sorbirci servizi del Tg3, articoli della Gazzetta, di Ziliani et similia sulle omesse denunce criminali di Conte.

Io penso male: vedendo che Kutuzov ha vestito la maglia del Milan, chissà che non l’abbia mosso qualcuno di sua vecchia conoscenza ad accusare Conte; che so: qualcuno che ritira la squadra per i riflettori dello stadio; ma soprattutto quel qualcuno che lo scorso 25 febbraio è sceso negli spogliatoi, si è sentito dire le cose (come stanno) in faccia dal Nostro Allenatore ed allora ha deciso di condannarlo.

Però il mio è solo pensar male. Sapete: sono il malafede, ma proprio in malafede a pensare cose così. Però si usa anche dire “A pensar male si fa peccato, ma spesso si azzecca”.

Advertisment