Menu Chiudi

Tag: oddo

Rassegna(ta) sportiva del 19 maggio 2011

Advertisment

Advertisment

Forse, ci scappa una risata:

Advertisment

Sullo sciopero del 25 e 26 settembre dei calciatori

Oggi essere calciatore di Serie A è una certezza per la prole e i figli dei figli: certezza economica. Gli stipendi che un giocatore, di media qualità per non dire cose peggiori, percepisce non è lontanamente paragonabile a quello di un impiegato. Per carità, i privilegi devono essere riconosciuti a questi ragazzi, ma intascare 8 milioni di euro ogni anno per dare calci a un pallone e mostrare continuamente come non si dovrebbe stare al mondo da persone civili… beh questo mi pare eccessivo. Se poi questi stessi ragazzi, questi privilegiati, si permettono di indire uno sciopero, di quelli che molte persone pagano di tasca proprie per ragioni più dignitose e certo più serie, allora il punto più basso della miseria intellettiva umana è stato raggiunto.

Advertisment

Non essere d’accordo con Lotito (leggi le sue parole) mi pare un azzardo. Parole stante quelle del buon Claudio, uno che non ha avuto paura di certi tifosi (li chiamano ancora così) e che ha compiuto un certo tipo di lavoro per la sua Lazio (ho approvato il suo modo di agire contro/su Ledesma e Pandev). E francamente non capisco le parole di Oddo, uno che per un taglio di capelli al Mondiale e per starsene seduto comodamente in tribuna guadagna quanto io e mio padre non-guadagneremo in tutta la nostra vita. A tutto c’è un limite. O forse no!

Advertisment

P.S.

Ancora una settimana di vacanza e questo blog tornerà ad essere aggiornato regolarmente. Buon lavoro a tutti i gentili e pazienti lettori.

Advertisment