Advertisment

Advertisment

Un’altra sessione di calciomercato sta per finire e, salvo clamorosi colpi di scena, il tanto agognato top player non arriverà nemmeno stavolta. Il passaggio da Van Persie a Bendtner è stato lungo e sofferto, anche perché sognare il titolare dell’Arsenal, capocannoniere dell’ultima Premier League, e risvegliarsi con la sua riserva non è stato affatto bello. Antonio Conte dovrà cercare di fare il possibile con un parco attaccanti qualitativamente inferiore rispetto alla passata stagione, dal momento che Del Piero e Borriello sono stati sostituiti da Giovinco e Bendtner. Le prime uscite stagionali hanno visto la Juventus schierarsi con l’ormai collaudato 3-5-2, con Vucinic punto di riferimento offensivo, affiancato da uno fra Matri e la Formica Atomica. Proprio come l’anno scorso, le punte stanno trovando difficoltà ad andare in rete e i primi gol ufficiali, tanto per cambiare, sono stati segnati dai centrocampisti. A questo punto, quindi, perché non provare a cambiare leggermente modulo, puntando tutto sugli inserimenti dei “vecchi” Marchisio e Vidal e dei “nuovi” Isla e Asamoah? L’allenatore salentino potrebbe decidere di togliere un attaccante di ruolo in favore di un centrocampista, Isla, che già a Udine si è mostrato capace di presentarsi con frequenza ed efficacia in zona gol. Parlando di numeri, quindi, si passerebbe dal 3-5-2 ad un 3-6-1 compatto ed aggressivo, con Isla mezzala destra e Vidal trequartista alla Boateng.

In questo modo, Vucinic sarebbe ancora più libero di svariare su tutto il fronte offensivo, in modo da liberare gli spazi per le pericolose incursioni dei centrocampisti. La speranza di Conte e dei tifosi, ovviamente, è che Matri, Quagliarella, Giovinco e l’ultimo arrivato Bendtner smentiscano tutti iniziando a segnare gol a grappoli, ma pensare fin da adesso ad una soluzione alternativa potrebbe rivelarsi una scelta azzeccata.

Advertisment