Menu Chiudi

Tiago ha rescisso e domani firma con l’Atletico Madrid. Questa non l’ho capita!

Al ritorno della Juventus nel massimo torneo aziendale di tutti i tempi, la dirigenza capeggiata da Blanc e Secco ha voluto puntare su Tiago Mendes Cardoso, centrocampista ex Chelsea e in forza al Lione con cui aveva giocato 80 partite segnando 14 gol.

Advertisment

Non un regista puro – una delle tante brutte intuizioni della Juve postFarsopoli – ma un interno di un centrocampo a 3. Eppure Ranieri gli diede le chiavi del centrocampo insieme all’argentino Almiron. Per Tiago la Juve sborsò circa 13 milioni di euro e l’ultima rata è stata appena pagata.

Con la maglia bianconera Tiago ha giocato 53 partite. Non si ricordano voti superiori al 6,5 e anche questo voto è difficilmente trovabile nei tabellini dei giornali di tutta Europa. A dimostrazione del livello assurdo che questo ragazzo ha saputo esprimere in una posizione del campo dove la Juve aveva conosciuto Deschamps e Zidane, Antonio Conte e Edgar Davids, tanto per citare qualche nome.

Advertisment

A distanza di 4 anni Tiago non è più un giocatore della Juve. Ha rescisso il contratto e si aggregherà con l’Atletico Madrid.

E a Marotta rivolgo la mia domanda: scusi caro Beppe, ma questa non l’ho capita!

Non capisco come sia stato possibile non riuscire a racimolare anche solo 2 milioni di euro da Tiago. Mi domando come non sia stato possibile inserire Tiago e altri giocatori come contropartite per arrivare ad Aguero. A meno che non mi sia perso qualche dettaglio di questa operazione, la Juve ha di fatto regalato a prezzo nullo un calciatore all’Atletico Madrid, squadra che si è imposta negativamente nella trattativa per il fuoriclasse argentino.

Scusi Beppe: non era meglio tornare ai vecchi metodi e giocare uno sgarbo ai colchoneros? Spedendo, per esempio Tiago, da qualche altra parte? Anche a calci in culo, in quel caso si sarebbe guadagnato tanti applausi. Garantisco io, e perdoni il francesismo!

Advertisment