Menu Chiudi

Top player? Non ce li possiamo permettere, quindi…

Chissá che ne pensa Conte. O meglio: lo sappiamo bene, ma lui non lo puó dire fino in fondo. Velatamente lo ricorda sempre, per cui lo supportiamo noi.

Advertisment

Se il top player non ce lo possiamo permettere, allora non possiamo permetterci un livello piú alto rispetto a quello raggiunto con merito da Antonio Conte. Il che suona strano, e fa un po’ male.

Le potenzialitá di Conte sono pazzesche. Dategli un paio di top player… e vincerá il mondo!

Invece dovrá arrangiarsi con i Padoin che, bene inteso, non é certo il maggior responsabile dell’uscita dalla Champions. Anzi. Peró é oggettivo che il peso specifico dei vari Asamoah e Padoin non puó reggere il paragone con Robben e Ribery, per esempio. E allora, secondo un vecchio motto del calcio anni ’70, val la pena osservare che chi ha gli esterni forti vince!

Advertisment

Se non possiamo permetterci il top player, allora il livello di questa Juve non potrá lievitare di molto. Rientrerá Pepe, Matri segnerá qualche altro gol, Quagliarella ne inventerá uno strepitoso, ma saranno estemporaneitá di gente di ottimo livello e nulla piú. Sufficiente in Italia fino a che gli altri non si rafforzeranno, ma non in Europa.

Vialli e Ravanelli, Peruzzi e Jugovic, Del Piero e Ferrara, Pessotto e Di Livio. Alcuni personaggi della Coppa Campioni del ’96. Zidane e Inzaghi, Davids e Conte: persero la Champions. Trezeguet e Nedved, Montero e Buffon: la ruota dei rigori non giró a nostro favore. Quanti di questi personaggi potrebbero essere paragonati agli attuali? Per esperienza e peso specifico?

Questo per dire che in realtá non occorrono ingenti investimenti, ma una seria programmazione che con Conte si é avviata. Serve tempo, ma una mano a velocizzare il processo puó arrivare proprio da un paio di innesti di primissimo livello. Posso azzardare? Cosa sarebbe accaduto con Drogba al posto di Anelka? Per non dire tutti gli affari mai portati a termine, sfumati per quel pratico (e corretto) senso dell’equilibrio economico.

Peró mi trovo pure d’accordo con alcune analisi sui numeri investiti a cui aggiungo le mie riflessioni. Conte voleva Walcott e Nani, arrivó Elia per 9,5 milioni di euro. Conte avrebbe voluto un bomber, é arrivato Anelka per 500 mila euro di stipendio per 5 mesi. Conte avrebbe voluto un esterno di corsa, é stato preso Peluso (fra i piú positivi in questo ultimo periodo) per 5 milioni di euro. Alla stessa cifra fu acquistato Padoin lo scorso anno insieme a Borriello (gol scudetto col Cesena, solo ingaggio da pagare). A budget riserviamo 7 milioni lordi per Iaquinta. Abbiamo pagato 2 milioni lordi per 4 mesi di Lucio. Piú lo stipendio di Bendtner. Una semplice somma suggerisce una cifra vicina ai 20/25 milioni di euro. Siamo sicuri che una simile somma non permette di arrivare a un qualcosa che assomigli a un top?

Advertisment