Filtra un’indiscrezione, e forse qualcosa di più, da Manchester. Il City dello sceicco e di quel collezionista di giocatori, già Piagnisteo a Milano, ha comprato Dzeko. O comunque è molto vicino al bosniaco. I soldi non fanno la felicità… e nemmeno una squadra di calcio. Sarà dura con i mercenari riuscire a vincere qualcosa, ma la scarsa vena di Chealsea, Manchester United, Arsenal e Liverpool può aiutare Mancini in questa strana impresa. Milioni su milioni, giocatori su giocatori. I tanti zero sembrano aver convinto Dzeko a trasferirsi in Inghilterra e buon per lui, visto quello che percepirà.

Advertisment

La Juve vede svanire il suo sogno, quindi. D’altronde sarebbe risultato difficile staccare un assegno da 40 milioni. Non sono più i tempi e non ci sono cartellini nella rosa attuale capaci di colmare il debito eventuale. Così non resta che l’altro sogno e cioè Giampaolo Pazzini, a questo punto il vero grande obiettivo della dirigenza bianconera. Non che mi dispiacerebbe, certo per Dzeko provavo qualcosa di più che semplice ammirazione.

Advertisment

Intanto il nome concreto è Agger. Scontento a Liverpool, scontento il Liverpool, sembrano passati secoli da quando Ranieri disse “Avete visto Agger, noi dobbiamo costruircelo in casa”. Ecco: adesso dobbiamo acquistarlo, dopo aver preso però Bonucci e fatto esplodere Chiellini. Lui meglio di Legrottaglie? Lui miglior alternativa possibile ai nomi già citati e indiscussi titolari?

Infine, per rimanere in tema di sogni, o di pazzie, o di bugie, ecco un’altra indiscrezione: la Juve è interessata a Gareth Bale! Ma va?!

Advertisment