Menu Chiudi

Tutto ancora in gioco?

Un due a zero che pare una condanna. Eppure qualcuno ci crede. Forse perché conoscono Antonio Conte, forse perché questa Juve ha ormai abituato a ogni tipo di miracolo. Forse perché proprio Antonio Conte ha risvegliato in noi tifosi bianconeri quel DNA vincente e mai arrendevole.

Advertisment

L’impresa è ardua, molto ardua, ma tutt’altro che impossibile.

Intanto domani pomeriggio c’è il Pescara. Un piccolo ostacolo alla sfida di mercoledì. Una sfida che affronteranno… chi? In campo andrà la squadra più cauta in vista di mercoledì o Conte non risparmierà nessuno?

Advertisment

Sarà interessante verificare l’11 iniziale di sabato alle 18:00. Un paio di uomini, quelli decisivi, non sono di certo piaciuti, o, almeno, non hanno pienamente convinto.

Una nota stonata pare mettere d’accordo tutti: questa Juve non riesce a correre come un anno fa. Poco fluida, troppo carica di lavoro, o semplicemente la cosa può essere spiegata con un notevole spreco di energie nervose?

Con un po’ di corsa in più questo Bayern è attaccabile, il che non vuol dire facilmente vincibile, ma di certo attaccabile. Ma serve il miglior Marchisio, perché in panca c’è Pogba, e serve pure il miglior Vucinic, magari esultante come col Celtic.

Prima però il Pescara. Una gara per volta.

Advertisment