Menu Chiudi

Una brutta pagina del calcio italiano: Nucini incastra l’Inter al Processo di Napoli

Non c’è altro modo di leggere una delle deposizioni più ridicole e scandalose. Le sollevazioni della Presidente Casoria fanno sperare per una giustizia finalmente giusta, equa e serena.

Advertisment

Ecco a voi il SuperTestimone dell’Accusa che incassa, uno dietro l’altro, i timidi colpi di una difesa, quella di Prioreschi, che pare non voler forzare troppo la mano, perché qui si rischia seriamente l’arresto!

Di seguito l’estratto della deposizione di Danilo Nucini, un uomo un perché:

CONTROESAME NUCINI DANILO.

Avv. Prioreschi: Ha parlato con il PM questa mattina?

Nucini: L’ho incrociato ma non ci ho parlato.

Avv. Prioreschi: È stato convocato, o si è presentato Lei?

Nucini: Sono stato convocato.

Avv. Prioreschi: Le hanno letto le depoisizioni di Facchetti prima dell’interrogatorio?

Nucini: No.

Prioreschi legge il verbale di sommarie informazioni testimoniali rese da Nucini a dicembre 2010.

Avv. Prioreschi: Nel 2006 è stato sentito dall’Ufficio Indagini, poi nel 2007 dai PM e poi nel 2009 da questo Tribunale. Come mai tutto quello che ha riferirto nel dicembre 2010 non lo ha mai riferito prima?

Nucini: Io vado a testimoniare alla giustizia sportiva dopo le sentenze. Vado a testimoniare, anche se non ero tesserato. Lo faccio perchè Borelli mi invita a farlo per onorare la memoria di Facchetti. Io ho sempre avuto pudore a parlare di una persona che non c’è più. Lei non troverà mai una dichiarazione mia di quello che è stato nell’intimo il nostro rapporto. Così non l’ho fatto in nessuna occasione. Quando sono andato da Borrelli, Lui era rimasto dopo le sentenze per aprire le indagini sul Dossier Ladroni. Non sapevo per che cosa ero stato chiamato. Così è stato negli altri due casi. Fortunatamente il figlio ha ripescato questi memoriali del padre ed in quella occasione ho risposto alle domande che mi erano state fatte sul quel memoriale. Io non le avrei mai dette spontaneamente.

Avv. Prioreschi: Le ricordo che Lei il 26 maggio ha depositato un suo pseudomemoriale.

Nucini: No, non ho mai deposistato nulla, a me interessava raccontare le dinamiche che avevamo vissuto.

Avv. Prioreschi: Livorno-Messina, Lei ha raccontato tutto, e questa se la ricorda nel dicembre 2010?

Nucini: Ma se non fossi stato in buona fede non l’avrei mai raccontata.

Presidente Casoria: Questo, che era un fatto dimostrativo di una certa cosa, perché non l’ha detta qui quando è venuto la volta scorsa?

Nucini: Dopo che è uscito il “memoriale” è caduto anche il senso di pudore e di imbarazzo. Io…

Avv. Prioreschi: Ma in Livorno-Messina mica parlava di Facchetti.

Nucini: Ma era una confidenza che avevoi fatto a Lui.

Presidente Casoria: E’ stato reticente per la memoria di Facchetti.

Avv. Prioreschi: Sulla scheda data da Fabiani: Lei prima ha indicato il numero, ma poi ha detto di non averla usata e che Le sono arrivate solo un paio di telefonate. Lei il 23 settembre 2007 ai carabinieri ha detto di avere avuto la scheda ancora imballata e che l’aveva buttata via.

Opposizione del PM Narducci.

L’avv. Prioreschi si arrabbia: Avrebbe dovuto farle Lei queste domande, lo sa bene quante versioni ha dato sul fatto!

Avv. Prioreschi: Ha detto prima che l’aveva usata, poi che non lo aveva fatto, che non ricordava il numero, poi dice che non l’ha buttata… mi dice dopo 7 anni come ha fatto a ricordare il numero nel 2010?

Nucini (a Prioreschi che incalza): STA CALMO!

Presidente Casoria: Non si permetta!

Nucini: A Borrelli dico che l’ho annotata, poi a Lei, che mi ha posto la stessa domanda dopo un controesame di 6 ore, ho dato la stessa risposta, ho sempre detto che l’avevo annotata.

Presidente Casoria: Ma nei verbali c’è scritto il contrario.

Nucini: Io il controesame lo ricordo bene, resta il fatto che io questo numero l’avevo annotato e lo avevo dato anche a Facchetti. Lei nel controesame non mi ha chiesto il numero…

Avv. Prioreschi: Io chiedo che il teste venga ammonito perché deve dire la verità.

Presidente Casoria: Dove lo aveva annotato? Perché non l’ha detto qui?

Nucini: In quella occasione io non me lo ricordavo a memoria.

Avv. Morescanti: Sono state fatte 25 domande sul punto e Lei mi ha detto: ‘Magari me lo ricordassi’.

Nucini urla.

Avv. Morescanti: Presidente, lo faccia stare zitto!

Nucini: Allora, facciamo così: la scheda me l’ha data Marconi e a Torino c’era Garibaldi.

Presidente Casoria: Nucini, Lei si sta squalificando come teste, tutto ciò verrà registrato.

 

Avv. Prioreschi: Le leggo il verbale della scorsa udienza in cui veniva chiesto se Lei aveva conservato il numero dopo averlo dato a facchetti, Lei rispondeva di no.

Nucini: Non avevo capito la domanda, intendevo una copia.

Avv. Prioreschi: Le chiedo di interrompere l’interrogatorio e nominare un difensore.

Avv. Prioreschi: Nel 2001-2002 ha arbitrato in A?

Nucini: 2 gare.

Avv. Prioreschi: Quindi ritratta: aveva detto di non avere arbitrato.

Nucini: Ho controllato i miei appunti.

Avv. Prioreschi: Quante volte ha arbitrato in A e B bel 2001-2002?

Nucini: La B non l’ho contata, perché nel curriculum di un arbitro conta la serie A.

Avv. Prioreschi: Se è un arbitro di serie A, non se è uno di B.

Nucini: Dipende da chi fa le classifiche.

Presidente Casoria: Orientativamente.

Nucini: Una quindicina.

Avv. Prioreschi: Lei ha fatto 14 volte la B e 2 la A; sa Palanca quante volte ha arbitrato?

Nucini: No.

Avv. Prioreschi: Ha fatto 16 volte la B. Cesari ha arbitrato il 30.9.2001 Juve-Roma 0-2; che cosa è successo a Cesari?

Nucini: No.

Avv. Prioreschi: Ha detto che non ha più fatto la Juve quell’anno.

Nucini: Io quell’elenco l’ho fatto e l’ho dato a Facchetti e al tribunale, quindi non ricordo. Nn mi pare che Roma-Juve sia di quell’anno, anzi non è quell’anno, è qualche anno dopo.

Avv. Prioreschi: Invece era proprio il 2001-2002 e Cesari ha fatto la Juve altre 2 volte, quando andiamo sui fatti cade sempre.

Nucini: No no, questo non è vero.

Avv. Prioreschi: Fabiani a marzo 2003 Le avrebbe dato 3 utenze all’aeroporto di Lamezia. (Prioreschi legge i tre numeri). Lei dice di non avere mai usato le utenze. Purtroppo Lei è sfortunato, perché da indagini dei pm risulta che una di quelle utenze risulta attiva solo dal 18.12.99 al maggio 2002 e riattivata a dicembre 2004. Da dove ha pescato queste tre utenze?

Nucini ride.

Avv. Prioreschi (arrabbiandosi): Non c’è nulla da ridere, qui c’è gente che è imputata per niente.

Nucini: Ma io le ho ricevute da Fabiani, che ne sapevo che non era attiva? Lui mi ha fornito questi tre numeri e me li sono segnati.

Avv. Prioreschi: Non poteva, era disattiva,

Nucini: E lo chieda a Fabiani, Lei mi dà un numero di telefono e devo io preoccuparmi che sia attiva? E si sarà sbagliato, su tre utenze due erano attive e una no.

Avv. Prioreschi: E come fa a sapere che le altre erano attive?

Nucini: Lo ha detto lei

Avv. Prioreschi: Lei ha mai detto a Facchetti che faceva parte dell’associazione?

Nucini: Questo era impossibile perché nell’estate del 2002 abbiamo iniziato un percorso che ho definito cavallo di T***A perché sapevamo che nel mondo del calcio c’era un malessere e volevamo scoprirlo.

Avv. Prioreschi: Quindi non l’ha mai detto a Facchetti?

Nucini: Cosa dovevo dirgli?

Presidente Casoria: non ha mai confessato sue colpe a Facchetti?

Nucini: No.

Avv. Prioreschi: Nemmeno in Avellino-Messina?

Nucini: No cosa avrei dovuto dirgli?

Avv. Prioreschi: Monti ha riferito che Facchetti gli avrebbe detto che lei faceva parte dell’associazione Gianfelice Facchetti ha detto lo stesso aggiungendo che in quella gara avrebbe arbitrato a favore del Messina

Nucini: Innanzi tutto, mi conferma che c’era un’organizzazione?

Advertisment

Avv. Morescanti: Ma come si può tollerare una cosa del genere?

Presidente Casoria: Cinque minuti fa il figlio di Facchetti ha detto che lei avrebbe arbitrato con dolo la gare e che era un arbitro pentito, lo ha detto o no?

Nucini: Assolutamente no. È impensabile, bisogna vedere se davvero Facchetti lo ha detto al figlio, i fatti oggettivi corrispondono a quello che io e Facchetti abbiamo vissuto insieme.

Avv. Prioreschi: Il posto di lavoro offerto da Facchetti. Mi fa la cronistoria dei colloqui procurati da Facchetti?

Nucini: Dott Paolillo (attuale AD dell’Inter ndr) presso la Banca Popolare di Milano

Avv. Prioreschi: L’attuale dirigente dell’Inter?

 

Nucini: Non so che cosa faccia Paolillo oggi, poi UniCredit, poi qualche private banking (Prioreschi aiuta Nucini a ricordare leggendo l’elenco con i nomi dei funzionari di banca).

Avv. Prioreschi: Lei per questa sua attività di confidenza ha avuto da Facchetti e dall’Inter denaro o altra utilità?

Nucini: No!

Avv. Prioreschi: È sicuro?

Nucini: Sì.

Avv. Prioreschi: Bene. Rispondendo al PM ha detto che nei colloqui con Facchetti a volte faceva riferimento al fatto a vostre considerazioni. Io vorrei dividere le due cose. Quando ha riferito degli arbitri che facevano parte dell’associazione erano fatti o considerazioni?

Nucini: Le dinamiche che ci interessavano ce le siamo andate a prendere, sul resto erano percezioni.

Avv. Prioreschi: Quindi quando dice che gli arbitri facavano parte dell’associazione erano sue impressioni?

Nucini: Si aveva la percezione.

Presidente Casoria: Non impressioni ma percezioni.

Nucini: Che alcuni arbitri rispondessero in maniera diretta altri indiretta.

Avv. Prioreschi: Lei ai cc ha detto che era probabile che alcuni arbitri facevano parte del sistema Moggi. Preciso che questo era un nostro commento perché non avevamo prove di questa affermazioni.

Nucini: Si è così era un commento su nostre percezioni.

Avv. Prioreschi: Lei ai cc riferisce la storia che nel corso del 2001/2002 venivano mandati alla juve arbitri giovani se la ricorda?

Nucini: Sì.

Avv. Prioreschi: Risparmio la lettura. Questa cosa la riferisce prima di Lei Gianfelice e Lei la ripete. Lo fa perché lo aveva detto Facchetti o perché ne era a conoscenza?

Nucini: Per noi quelli erano arbitri che rispondevano alle dinamiche, che poi fossero giovani…

Avv. Prioreschi: No, così sta modificando. Le leggo la sua testimonianza in cui parla prpprio di arbitri giovani.

Nucini: Avevamo fatto anche la considerazione che anche tra gli arbitro giovani potevano avere la possibilità di far conoscere l’associazione. In generale si parlava anche dei giovani che era molto facile riuscire ad influenzare.

Presidente Casoria: Lei ha detto che nominavano i giovani perché erano influenzabili.

Nucini: È così

Presidente Casoria: E l’avv. ha fatto un elenco…

Nucini: Anche quella era una percezione.

Avv. Prioreschi: Ha mai arbitrato l’Inter dopo la nomina di Facchetti a Presidente?

Nucini: Ho fatto il quarto uomo.

Avv. Prioreschi: Ed era corretto visti i suoi rapporti?

Nucini: Il quarto uomo è assolutamente ininfluente…

Bergamo si inalbera e Nucini: “Dai Paolo, lo sai…”.

L’avvocato Morescanti si arrabbia.

Nucini: E poi io non posso ricordare quante volte ho fatto il quarto e anche ammesso e concesso che avessi fatto il quarto uomo …

Presidente Casoria: Perché non ha detto a Facchetti, visto che stavate facendo questa indagine, che non era il caso?

Nucini: Perchè l’indagine era già terminata, e poi io avendo la coscienza a posto potevo fare anche l’arbitro.

Avv. Prioreschi: Mi arrendo!! Nessuna altra domanda.

 

Avv. Gallinelli: Quando esordì come arbitro in B?

Nucini: In Casteldisangro-Cosenza

Avv. Gallinelli: Nel 1996?

Nucini: Sì, credo di sì

Avv. Gallinelli: Ricorda se successivamente venne sospeso?

Nucini: Non sono stato sospeso dopo la gara.

Avv. Gallinelli: E quando?

Nucini: Per aver fatto la pubblicità al corso arbitri, dopo Bari- Empoli

Avv. Gallinelli: I designatori chi erano?

Nucini: Casarin.

Avv. Gallinelli: Chi la sospese?

Nucini: Lui.

Avv. Gallinelli: Lei non venne sospeso per aver criticato il suo presidente di sezione di Bergamo?

Nucini: Ho fatto la pubblicità del corso arbitri.

Avv. Gallinelli: Questo era il motivo?

Nucini: Sì

Avv. Gallinelli: Sa che c’è un articolo che vieta all’arbitro di rilasciare interviste?

Nucini: Sì ma solo su episodi tecnici, non di fare il corso arbitri per la pripria città.

Avv. Gallinelli: Da dove apprese della sospensione?

Nucini: Da Tuttosport.

Scaramucce in aula sul fatto che la notiza fosse stata pubblicata anche su altri giornali.

Avv. Gallinelli: Lei contava i compensi per la B, quanto guadaganava?

Nucini: 5000 per la A e 2500 per la B.

Avv. Gallinelli: Nel 2002-2003 ha fatto 17 in B e 3 in A?

Nucini: Sì, devo aver fatto 3 in A.

Avv. Gallinelli: Prendeva anche un fisso mensile dall’AIA

Nucini: Sì.

Avv. Gallinelli: Nel 2002-2003 quanto era?

Nucini: Non ricordo.

Avv. Gallinelli: 2500 al mese?

Nucini: Sì, forse sì.

Avv. Gallinelli: Ed era uguale sia per la A che per la B?

Nucini: Cambiava se un arbitro cambiava fascia.

Avv. Gallinelli: Quindi in quella stagione percepì 108.000 euro?

Nucini: Non me lo ricordo.

Avv. Gallinelli: Conosceva Gianfelice Facchetti?

Nucini: Mai. Mai incontrato, solo qua.

[Fonte: TifosiBianconeri]

E non è ancora finita! A stasera per gli aggiornamenti!

Advertisment