Antonio Conte conta i giorni verso il rientro in campo, ma intanto c’è da pensare a un derby molto delicato. Il Toro di Ventura (un allenatore preparatissimo da cui Conte si è lasciato ispirare per il suo vecchio 4-2-4) è affamato di colpaccio, ma sVenturatamente troverà una Juve altrettanto famelica. Parola di Bonucci, parola di Conte.

Advertisment

Chiellini vorrebbe esserci e forse ci sarà visto l’uscita di Lucio che ha già salutato tutti. Una scemenza all’anno sul mercato a quanto pare va fatta: Elia lo scorso anno, Lucio quest’anno. Impariamo dagli errori, caro Beppe.

Chi vorrebbe esserci è in realtà chiunque non sia sceso in campo contro il Milan. Ipotizzo, spero e sono convinto che un Giaccherini troverà spazio: concordiamo sempre, nei commenti a questo blog, come il ragazzo abbia tutte le qualità per trovare un posto in campo. Duttile e molto versatile, con buone capacità aerobiche e una più che buona tecnica. Conte lo stima, lo ha fortemente voluto, ma ultimamente l’ha pure ignorato per scaldare i motori di un centrocampo che contro i rossoneri è sembrato in realtà in riserva.

Advertisment

Giaccherini al posto di…? Molto probabilmente al posto di Asamoah che non ha un suo simile. De Ceglie è stato sonoramente bocciato e allora la Juve si ritrova scarica di alternative a sinistra. Abbondano a destra dove Isla resterà a riposo forse per qualche partita. Disastroso contro il Milan, con Pepe e Lichtsteiner a guardare. Toccherà sicuramente allo svizzero sabato sera, mentre si spera di recuperare Simone Pepe per martedì.

Vidal verrà risparmiato: troppo importante il cileno al 100% in Champions dove invece mancherà Marchisio squalificato. Pogba pronto per sostituire entrambi: domani sera sarà al posto di Vidal, martedì sera al posto di Marchisio.

In ogni caso, chiunque scenderà in campo, avrà un compito semplice: placare la delusione dei tifosi con una grande prestazione. Servono i 3 punti, di quelli pesanti, conquistati senza se e senza ma. E poi tutti contro Lucescu.

Advertisment