Menu Chiudi

Viviano all’Inter per errore. E Babbo Natale e la Befana esistono!!!

Babbo Natale e la Befana esistono… se Viviano è finito all’Atalanta di Milano per errore. Perché a tutto, in questo mondo del calcio italiano un po’ curioso, c’è un limite.

Advertisment

La cronaca

Le buste sono un espediente particolarmente semplice tramite il quale si risolvono comproprietà che non sono state risolte previa contrattazione fra i club co-detentori del cartellino in questione. Vale a dire: se due società non si mettono d’accordo entro una certa data, ognuno dei due club scrive su una busta la cifra alla quale è disposto ad accaparrarsi l’intero cartellino. La cifra più alta… vince.

Ora, è capitato raramente (la mettiamo così, per non scrivere cose peggiori) che un dirigente che di professione fa il dirigente di una squadra di calcio, mica il tabaccaio improvvisatosi a top manager, faccia confusione con cifre, numeri e questo semplice processo. Eppure, è capitato.

Il fatto

Viviano è un ottimo portiere, uno dei migliori fra i pari età e certamente un ragazzo interessante in ottica futuro, ma non solo. Il suo cartellino è (era) a metà fra Bologna, che lo ha valorizzato, e Atalanta di Milano. A quest’ultima avrebbe fatto comodo accedere al cartellino del portiere per due ragioni: o tenerlo e fare cassa con Julio Cesar, o venderlo e fare cassa.

Il Bologna aveva la ferma intenzione di riscattarlo e tenerlo tutto per sé. Per una piccola squadra poter, eventualmente, vendere un cartellino a quota 8/10 milioni di euro è di vitale importanza.

Stamattina il patatrac.

Advertisment

Pedrelli, che di professione risulta (risulterebbe) dirigente del Bologna Calcio, ha scritto sulla busta la metà del valore che il Bologna era pronto a offrire. Insomma, anziché scrivere 4 milioni e 710 mila euro ha di fatto segnato sul modulo federale la cifra 2,335 milioni di euro.

Prima domanda: quale ragionamento ha portato Pedrelli alla scrittura della metà della cifra?

Seconda domanda: perché sulla busta di Ekdal tale errore non è stato commesso?

La realtà dovrebbe essere più semplice, molto più semplice.

Converrà, per correttezza, esaminare i prossimi movimenti sull’asse Milano-Bologna perché ho paura che sta per crearsi una nuova importante alleanza, ai limiti della lealtà sportiva, come già accaduto fra Preziosi e Moratti.

Pedrelli ha sbagliato, forse perché stava scrivendo la letterina a Babbo Natale?

Advertisment