L'articolo di IoJuventino

Zeman esonerato: quel maledetto di Moggi colpisce ancora?

zeman

E chi glielo spiega al boemo che non può tirar dentro la Juve, stavolta? Che tipo di altra strana considerazione potrà mai fare il boemo a proposito di Moggi che non lo lascia in pace neanche a Roma? Altro giro altro esonero. Non è il primo, anzi è solo l’ultimo di una lunga serie. Zeman […]

02/02/2013 Strani Personaggi 10 Commenti


E chi glielo spiega al boemo che non può tirar dentro la Juve, stavolta? Che tipo di altra strana considerazione potrà mai fare il boemo a proposito di Moggi che non lo lascia in pace neanche a Roma?

Altro giro altro esonero. Non è il primo, anzi è solo l’ultimo di una lunga serie. Zeman è uno degli allenatori più sopravvalutati della storia del calcio, uno che applica lo strano concetto “attacchiamo e che Dio ce la mandi buona”. Già, attacchiamo. Zero criterio, zero equilibrio tattico. Molti lo chiamano spettacolo specie da quando il boemo ha deciso di scegliersi l’avversario della vita, il più facile peraltro, il più semplice da gettare in pasto alla stampa italiana: la Juve.

In una puntata di Sportitalia sono state chiarissime le parole di un allenatore italiano, tal De Canio. Alla domanda del perché Zeman è così famoso nonostante risultati e andamento (attuale) della Roma, al contrario di tecnici che sembrano più preparati e che in proporzione hanno ottenuto migliori risultati, ecco come ha risposto:

Forse perché ha deciso di attaccare la Juve rendendosi simpatico a certa stampa.

Il nostro massimo rispetto per una delle verità più lapalissiane di questo mondo.

Ora la Roma, che lo ha difeso, che lo ha voluto, lo caccia via. Esonero? Macché! Cacciata, è così che si dovrebbe chiamare questo provvedimento, con i tifosi che hanno esposto proprio ieri sera lo striscione “Via il boemo”.

Il problema è che adesso qualcuno davvero cercherà una giustificazione a questa ennesima cacciata: la Juve in qualche modo dovrà entrarci in questo discorso. E come al solito si eviterà di parlare di tattica, di tecnica, di psicologia, di gestione del gruppo, di equilibrio. D’altronde… siamo in itaGlia!


10 commenti su “Zeman esonerato: quel maledetto di Moggi colpisce ancora?

  1. Patetico lui, patetico chi l’ha voluto alla Roma, e patetici tutti quelli che come giustamente hai scritto tu ora cercheranno ennesime giustificazioni del suo ennesimo fallimento sportivo.

  2. La domanda fatta a De Canio, relativa a Zeman, e la sua risposta, oggi meriterebbe di essere sbattuta in faccia al boemo e a tutti quei “giornalisti” che, come Zeman, hanno buttato fango su Moggi e sulla Juve.
    Si può dire tutto, ma il tempo è il vero galantuomo!!!!
    Cosa si inventeranno per giustificare questo esonero (cacciata)????

  3. Appena ho letto questo titolo su twitter, caro IoJuventino, ho alzato le braccia al cielo. Lo so che non dovrei dare importanza a questo personaggino, ma non ho resistito ad esultare!
    Farsi 4 risate, dopo quest’ultima settimana difficile, fa bene.
    Bo-scemo, grazie di esistere!
    Ora buttiamolo nel dimenticatoio e pensiamo al Chievo.
    Sarà alle 12:30, giusto?

  4. Che razza di articolo! Lo sanno anche i sassi che è stata l’ombra di Moggi ad offuscare la genialità del boemo! Peccato che l’abbiano esonerato oggi, non potevano aspettare dopo Roma-Juve?

  5. Io vado controcorrente: a me dispiace.
    Io mi divertivo da matti vedere la Roma in balia di (non) schemi cervellotici quando non confusionari peraltro realizzati con giocatori fuori ruolo per posizione e qualità (es. solo lui poteva preferire Tachtsidis a De Rossi. Oppure sostituire Stekelenburg, portiere titolare olandese, con un citofono appena uscito di foresta (cit.)).
    E mi divertivo ancora di più sentire i giornalisti incensarlo anche quando prendeva i soliti 4 gol d’ordinanza
    e contemporaneamente vedere che i mal di pancia del volubile pubblico giallorosso andavano via via aumentando, fino a sfociare in una bella gastrite.

    Perdiamo un grande Maestro.

    Di comicità calcistica.

    • A me dispiace non giocarci contro. Ora, se qualcuno si è accorto delle potenzialità della Roma dalla trequarti in poi, se riesce a dare equilibrio al comparto difensivo, la Roma rischia di rientrare nella guerra all’Europa.

      • E’ vero. Il loro reparto avanzato è pieno di talenti ed è molto giovane.
        Ma loro (i tifosi romanisti, intendo), in maggioranza, non sono in grado di accorgersene.

  6. Anche io sono dispiaciuto del suo (ennesimo) esonero, non vedevo l’ora che la Juve lo polverizzasse anche al ritorno! In ogni caso ci siamo presi una bella soddisfazione sia sul piano calcistico, con i 4 gol dell’andata, che sul piano extra calcistico, con Moggi che ottiene un’altra vittoria su questo ciarlatano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>